incentivi per auto elettriche

Ecobonus 2020: incentivi per auto elettriche e moto ibride

Aumentano nel 2020 gli incentivi per l'acquisto di auto e moto elettriche. Il Ministero dello Sviluppo Economico li ha già messi a disposizione dei cittadini a partire dal 2 gennaio.

Avete intenzione di acquistare un’auto elettrica o una moto ibrida? Il momento è propizio grazie all’Ecobonus 2020 introdotto anche quest’anno dal Governo, che offrirà degli incentivi statali (un totale di 70 milioni di euro stanziati) per tutti coloro che compreranno un veicolo a basso livello di emissioni di CO2, come un’ auto/moto elettrica o ibrida. Grazie a tale bonus, sarà possibile ottenere uno sconto fino a 6000 euro di sconto.

 

 

Ecobonus per la rottamazione: come funzionano

Il mercato dell’automotive è sempre più green. A confermarlo sono gli ultimi dati sulle immatricolazioni in Italia riferite al 2019, che evidenziano un trend in positivo aumento, ossia una crescita negli acquisti delle vetture a metano, seguite a ruota dalle automobili elettriche(benché ancora un mercato di nicchia) e delle ibride, che rappresentato la scelta più apprezzata dagli italiani.

Un segnale importante da parte dei cittadini, spinti dal desiderio di risparmio in termini di consumi, ma anche da parte del ministero dello sviluppo economico, che sempre più interessato al tema dell’ambiente, intende implementare il commercio di questi veicoli, offrendo degli incentivi statali per abbattere la spesa d’acquisto, come l’Ecobonus 2020.

  • Incentivi statali per le auto elettriche

L’Ecobonus prevede uno sconto per l’acquisto di auto nuove che non superino i 50.000 euro. Il valore dell’incentivo viene calcolato in base al livello di emissioni di Co2 del veicolo acquistato. Ogni veicolo dotato di motore termico, infatti, produce emissione Co2. A seconda che la propria vettura sia dotata di motore alimentato a benzina o a gasolio, ed in base alla classificazione di omologazione cui appartiene (Euro 4, Euro 5 o Euro 6 ad esempio), è possibile conoscere in anticipo le emissioni di co2, che come ben sappiano sono le principali responsabili dell’inquinamento atmosferico.

Se la nuova auto acquistata presenta valori di emissione sino a 20g/km, ( auto elettriche) l’ecobonus sarà di 4000 euro, che potrà raggiungere i 6000 euro se contestualmente si rottamerà una vecchia auto di classe 1,2,3, o 4. In caso di acquisto di un’auto con valori di emissioni compresi tra i 21 e i 70 g/km ( auto ibride) l’incentivo sarà di 1500 euro, che salirà a 2500 se si procederà con la rottamazione auto di classe fino ad euro 4.L’elenco delle auto rottamabili nel dettaglio sarà disponibile solo dopo la pubblicazione del decreto direttamente sul sito del Ministero.

 

 

 

 

  • Rottamazione scooter e acquisto moto elettrica

La mobilità è sempre più elettrica anche sulle due ruote. La vendita di scooter, motorini e moto elettriche sta infatti riscontrando un ottimo successo, grazie a molteplici fattori: l’aumento dei modelli offerti dai nuovi produttori, le politiche di mobilità elettrica nelle città che incentivano la circolazione in motorino ed in scooter e non ultimo la presenza degli incentivi per l’acquisto di motorini, moto e scooter elettrici ed ibridi, confermati anche per il 2020 dal decreto Milleproroghe.

Tali incentivi erano già in auge nel 2019 per un totale di 10 milioni di euro. Di questi ne è stato utilizzato poco più di 1 milione, a causa, da un lato dal loro stanziamento tardivo ( fine maggio) e dall’altra dalle procedure macchinose ( ora risolte) per la concessione dell’incentivo, boicottate dagli stessi concessionari. Alla luce di ciò non è stato quindi necessario rifinanziare ma solo prorogarli.

Gli sconti servono per l’acquisto, anche in leasing, di ciclomotori e motocicli appartenenti alle categorie L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e e L7e, compresi anche i mezzi a tre ruote e i quadricicli senza limiti di potenza, purchè siano ibridi o elettrici ed immatricolati nel 2020. Il contributo offerto dal Ministero è del 30% sul prezzo di listino, fino ad un massimo di 3000 euro. Il tutto ovviamente subordinato alla rottamazione contestuale di un vecchio modello da Euro 0 a 3.

 

 

Gli incentivi regionali per il 2020

In vista del grande successo ottenuto dai contributi stanziati dalla regione Lombardia per l’acquisto di auto elettriche nel 2019, (più di 400 richieste al primo giorno di apertura), anche per il 2020 i cittadini avranno la possibilità di accedere agli incentivi regionali che coniugati a quelli statali consentiranno un notevole risparmio nel prezzo d’acquisti dei veicoli elettrici/ibridi. Ricordiamo che per il 2019/2020 gli incentivi regionali ammontavano a 26,5 milioni di euro, di cui 8,5 milioni di euro destinati alle imprese e 18 milioni ai cittadini.

Gli incentivi legati alle emissioni di sostanze inquinanti in atmosfera (PM, NOX e CO2) possono arrivare ad 8000 euro per l’acquisto di un’auto elettrica, a cui si sommano 2000 euro di sconto applicato dai concessionari lombardi, con rottamazione contestuale dei veicoli inquinanti.

Il bando per i privati residenti in Lombardia incentiva l’acquisto o in leasing di un’auto nuova o usata a basse emissioni, solo se si rottama un veicolo a benzina fino euro2 o diesel fino ad euro 5.

 

 

 

 

Ecotassa auto 2020 per diesel e benzina

L’Ecotassa auto 2020, in vigore fino al 31 marzo 2021, è stata pensata per disincentivare l’acquisto di autovetture con emissioni di anidride carbonica (Co2) superiori a 160 g/km.  A pagare l’Ecotassa auto saranno tutti gli automobilisti che acquisteranno un’auto nuova (omologazione M1) con emissioni oltre i 160 g/km di Co2 .

Le auto le cui emissioni partono da 161 fino ai 175 g/km di Co2 avranno una tassa  di 1.100 euro; quelle da 176 a 200 g/km di Co2 di 1.600 euro, che arriva a 2.000 euro per le automobili con emissioni dai 201 ai 250 grammi di Co2. Oltre questa soglia si pagherà a prescindere 2.500 euro. Il pagamento è “una tantum” al momento dell’immatricolazione.