(aggiornato al 24/03/2020)

Il 3 marzo l’ENEA (Ente per le nuove tecnologie, l’energia e l’ambiente) ha presentato l’ultimo Rapporto annuale sull’Efficienza Energetica, per fornire il quadro e l’evoluzione dello stato dell’efficienza energetica a livello nazionale, approfondendo i risultati delle politiche messe in atto nel corso del 2019 e i futuri sviluppi nel medio e lungo termine.

Enea aveva anche già presentato il Rapporto Annuale sull’Ecobonus 2019 per la riqualificazione del patrimonio edilizio attualmente esistente sul suolo italiano.

In questo momento di emergenza sanitaria derivante dal Covid-19, è importante capire come poter rendere maggiormente efficienti a livello energetico le nostre abitazioni, per poter risparmiare.

 

 

Miglioramento dell’efficienza energetica: i primi passi

Ogni anno in media una famiglia italiana spende, per gas e luce, una cifra considerevole: tra i 1200€ e i 1500€ circa.

Se poi, come in queste settimane di lockdown per il Coronavirus, la propria abitazione viene vissuta costantemente da tutto il nucleo familiare, i costi in bolletta sono destinati ad aumentare.

Si tratta di un costo oneroso, che è possibile ridurre, innanzitutto, verificando le offerte luce e gas del mercato libero e scegliendo per la propria utenza domestica il contratto più adatto alle proprie esigenze.

Si stima che il risparmio possa arrivare fino al 25% per l’energia elettrica e il 15% per il gas.

Ridurre le spese, incrementare la qualità della vostra vita e del comfort di casa sono tutti obiettivi attuabili senza per forza rivoluzionare completamente l’ambiente in cui vivete, ma seguendo alcuni stratagemmi e, magari, effettuando interventi di ristrutturazione mirati.

  • Certificazione Energetica ed Ecobonus 2020

Se però volete fare qualcosa di più e migliorare l’efficienza energetica della vostra casa o di quella che volete acquistare o affittare, allora la scelta giusta è innanzitutto di capire quale sia la classificazione energetica dell’abitazione.

Normalmente per effettuare la diagnosi energetica di un immobile ci si rivolge ad un certificatore energetico. Dopo un’attenta analisi, questi rilascia l’APE, l’Attestato di Prestazione Energetica, che contiene, tra gli altri dati, la Classe Energetica di appartenenza.

La suddivisione in classi energetiche avviene tramite una scala alfabetica, in ordine decrescente: dalla più performante, la classe A, fino alla G.

Migliorare la classe energetica aumenterà anche il valore dell’immobile, oltre che portare un evidente risparmio nei consumi.

Inoltre, la Manovra 2020 prevede un Ecobonus per i lavori che includano gli infissi con detrazioni fiscali che arrivano fino al 65%.

Per maggiori informazioni, vi rimandiamo al nostro articolo Detrazione fiscale infissi: come funziona il Bonus 2020.

 

 

Consigli per il risparmio energetico

consigli per il risparmio energetico

Al momento intervenire direttamente sulla propria abitazione risulta molto difficile, a causa della pandemia Covid-19 e la chiusura di molte delle attività.

Esistono però dei facili accorgimenti che vi permetteranno comunque di aumentare significativamente l’efficienza energetica dell’abitazione senza agire in maniera aggressiva.

  • Illuminazione dentro e fuori casa

Una buona illuminazione in casa, specie nei mesi invernali, fa la differenza. Ma perché sia davvero buona, anche in termini economici, bisognerà scegliere lampadine a basso consumo. Al momento la tecnologia LED è la più avanzata, con lampadine che scaldano poco, durano più a lungo e hanno una vasta gamma di colori.

Per l’illuminazione esterna, scegliete lampade a led con sensori di movimento, che si accendono solo quando necessario e sono quindi più funzionali e meno dispendiose.

Acquistare online, da siti specializzati o negozi di zona che offrano il servizio di consegna a domicilio, può essere la modalità più facile.

 

 

  • Isolamento di porte e finestre

Spifferi e vetri non abbastanza isolanti provocano dispersione di calore in inverno e del fresco interno all’abitazione d’estate, aumentando il consumo energetico e di gas per raggiungere le temperature ottimali.

Una rapida ed economica soluzione in questi casi sono i paraspifferi: si trovano in commercio nei negozi specializzati e si tratta di guarnizioni adesive in gomma o spugna, con cui rivestire i profili di finestre e porte.

Si installano in pochi minuti e non solo contribuiscono all’isolamento termico, ma anche acustico.

  • Attenzione alla classe energetica degli elettrodomestici

Scegliere elettrodomestici di ultima generazione non è solo un modo per ottenere il meglio che il mercato offre al momento, ma è anche un sicuro metodo di risparmio energetico.

I classe A+ o A+++ attualmente in commercio, permettono di usufruire di consumi inferiori e opzioni di utilizzo a basso consumo.

L‘utilizzo degli elettrodomestici nelle fasce d’orario non di punta, se avete tariffe energetiche bi o multiorarie, porterà ad un evidente risparmio.

 

 

Come risparmiare sulla luce e gas mentre siamo in quarantena

come risparmiare sulla luce e gas mentre siamo in quarantena

Anche le abitudini di ogni giorno, servono ad abbassare i consumi. Ad oggi buona parte di noi è a casa, e ci stiamo riscoprendo cuochi e panificatori.

Questo ovviamente aumenta i consumi pro capite delle famiglie a livello energetico e del metano: forno acceso, luci, elettrodomestici, tv, acqua calda…insomma, un incremento senza pari dell’utilizzo quotidiano di energia e gas.

Alcuni piccoli accorgimenti quotidiani possono sicuramente fare la differenza.

  1. tenere il termostato a una temperatura non oltre i 20° di giorno e i 18° di notte in inverno;
  2. usare il climatizzatore con oculatezza, mantenendo temperature non al di sotto degli 8° in meno rispetto a quella esterna (se fuori ci sono 30°, non impostare al di sotto dei 22°);
  3. spegnere le luci quando si esce da una stanza;
  4. far partire lavatrice e lavastoviglie solo a pieno carico e usare temperature basse o cicli a risparmio energetico;
  5. ottimizzare i tempi di cottura con il forno ed evitare dispersioni di calore;
  6. chiudere imposte e tapparelle nelle giornate troppo calde d’estate e dopo il tramonto in inverno.

Ognuna di queste abitudini, contribuirà ad aumentare l’efficienza energetica della vostra casa, tagliando i consumi e migliorando la qualità della vostra vita.

 

CONDIVIDI: FACEBOOK | TWITTER |