Benché a metà settembre sia previsto il rientro a scuola, con tutte le polemiche e le  incertezze legate alla questione sicurezza e distanziamento indispensabile per arginare una nuova ondata di Covid-19, l’incubo didattica a distanza che ha coinvolto milioni di famiglie in tutta Italia è sempre dietro l’angolo.

In quest’ottica il governo ha messo le mani avanti, istituendo un bonus pc ed internet, all’interno del decreto rilancio, di 500 euro, pensato per supportare quei nuclei familiari a basso reddito, messi in difficoltà durante il lockdown, proprio per la mancanza di strumenti tecnologici e di connessione per l’accesso alle lezioni online.

Vediamo dunque come funziona il Bonus PC Decreto Rilancio e chi potrà usufruirne.

 

Giga Family Infinito Edition
Internet + Mobile
39,90€/mese
Consulenza gratuita
Gratis e senza impegno
Vodafone Casa Wireless
Solo Internet
24,90€/mese
Consulenza gratuita
Gratis e senza impegno
Eolo Più
Internet + Fisso
29,90€/mese
Consulenza gratuita
Gratis e senza impegno
Fastweb casa
Internet + Fisso
29,95€/mese
Consulenza gratuita
Gratis e senza impegno

 

Sviluppo tecnologico ai tempi del Covid-19: l’Italia corre ai ripari

La pandemia di Covid-19, che continua a provocare vittime in tutto il mondo e che ha messo  in ginocchio anche le economie più potenti a livello globale, ha tuttavia contribuito anche a far emergere alcune criticità che altrimenti sarebbero state sottovalutate chissà per quanto ancora.

Parliamo non solo del tema sanità nel nostro paese, i cui tagli negli anni passati hanno favorito la situazione di estrema difficoltà degli ospedali durante i primi mesi della pandemia, ma anche di quello legato allo sviluppo ed alla tecnologia ed in particolare al digital divide.

  • Smartworking e Didattica a distanza

L’adozione dello smartworking e telelavoro da parte di moltissime aziende italiane, a causa dell’impossibilità di recarsi in ufficio durante il lockdown, così come la didattica a distanza imposta a tutti gli studenti dopo la chiusura delle scuole, hanno infatti reso necessario l’utilizzo di strumenti tecnologici, come pc tablet e internet per poter lavorare e studiare, nonché di dotarsi di una connessione performante.

Il nostro paese si è mostrato impreparato di fronte a queste nuove sfide, evidenziando, un gap rispetto ad altri paesi sia per quanto riguarda lo smartworking, ampiamente utilizzato invece già da anni in altri paesi con grande successo, sia per quanto riguarda l’accesso alla tecnologia, non uguale per tutti. Un divario tecnologico che in questi mesi ha messo ai margini molte famiglie, prive degli strumenti necessari per stare al passo in questa delicata fase di emergenza.

  • Il Bonus PC Decreto Rilancio

In quest’ottica il Ministero dello Sviluppo Tecnologico ha quindi firmato i decreti attuativi e istitutivi del Bonus PC e tablet, ossia un incentivo che varia da un minimo di 200€ fino a un massimo di 500€ a beneficio di famiglie e imprese che si trovano in difficoltà economica, per l’acquisto di computer e mezzi tecnologici.

“Oggi ci ritroviamo di fronte a una società in cui l’utilizzo della tecnologia ha avuto una notevole accelerazione a seguito dell’emergenza Covid. – ha dichiarato il Ministro dello Sviluppo economico, Stefano PatuanelliSono cambiate le abitudini della vita quotidiana delle famiglie e per questo motivo il Governo ha messo in campo risorse e interventi per favorire sia la connettività delle scuole, in modo da garantire a insegnanti e studenti l’utilizzo di strumenti innovativi, sia per supportare le famiglie meno abbienti con appositi voucher. Tutti devono poter aver accesso alle nuove tecnologie e per raggiungere questo fondamentale obiettivo siamo impegnati a favorire e accelerare gli investimenti in digitalizzazione e diffusione della banda ultralarga, indicandole tra le priorità dell’Italia nell’ambito del Recovery Plan”.

 

 

Bonus pc ed internet come funziona?

Il lavoro agile, chiamato anche smartworking, richiede presso la propria abitazione una dotazione tecnologica indispensabile per poterlo effettuare: un pc ed una connessione internet in grado di garantire una certa stabilità e qualità.

I medesimi requisiti  diventano indispensabili anche per gli studenti durante le lezioni a distanza, sia nel caso venga utilizzato un pc o un tablet. Non tutte le famiglie, purtroppo,  hanno le risorse per acquistare i device per lavorare in autonomia o studiare, così come una una connessione internet ad alta velocità.

Ecco perché, dopo l’annuncio del Ministro per l’Innovazione Paola Pisano dello scorso 5 agosto,  la Commissione europea ha dato l’ok ai voucher previsti per aiutare le famiglie nell’acquisto di pc e nel miglioramento della loro connessione internet.

Il Bonus sarà di 500€: 300 destinati all’acquisto di pc e tablet e 200 per la connettività internet.

Il Bonus PC e tablet da 500€ spetterà principalmente alle famiglie a basso reddito, con un Isee inferiore a 20.000 euro.

Un altro requisito fondamentale, oltre all’Isee, per fruire dell’incentivo, è di avere una connessione internet con una velocità inferiore a 30 Mbps o esserne totalmente privi.

Il Voucher a questo punto sarà utilizzabile per passare al tipo di connettività migliore disponibile nella zona dell’utente. Per chi abbia già una connessione di almeno 30 Mbps, il bonus sarà valido solo passando ad una velocità internet fino a 1Gbps.

 

 

Bonus pc a chi è rivolto?

Il Bonus PC Decreto Rilancio 2020 è l’incentivo di 500€, rivolto ai nuclei familiari meno abbienti per l’acquisto di servizi internet a banda ultralarga o dispositivi.

In una prima fase sarà dedicato ai nuclei familiari con un Isee sotto i 20.000€.

In una seconda fase invece sarà previsto un voucher di 200€ solo per la banda larga e usufruibile anche dalle famiglie che superano i 50.000€ Isee.

Sono previsti, inoltre, dei bonus anche per le imprese. Vediamo nel dettaglio.

  • Bonus per le famiglie

Il bonus pc e tablet prevede a seconda dell’Isee:

  • 500 euro (200 euro per la connettività e 300 euro per Tablet o PC in comodato d’uso) per le famiglie con Isee sotto i 20.000 euro;
  • 200 euro per la connettività ad almeno 30 Mbps (tutte le tecnologie incluso satellite) per le famiglie con Isee sotto i 50.000 euro.

 

  • Bonus per le Imprese

Oltre alle famiglie è previsto un bonus anche per le imprese.

  1. un bonus da 500 euro per la connettività ad almeno 30 Mbps (tutte le tecnologie, incluso satellite)
  2. un bonus da 2.000 euro per la connettività fino a 1 Gb (fibra).

 

 

 Bonus pc ed internet come richiederlo?

Per avere il bonus basterà effettuare una richiesta ad un operatore  e soddisfare i  requisiti di connettività previsti. A questo punto l’operatore si occuperà di:

  1. Erogare il bonus come sconto sul canone o sul costo di attivazione;
  2. Fornire il router;
  3. Fornire il computer o il tablet per famiglie della prima fascia.

L’operatore avrà successivamente un rimborso dall’azienda INFRATEL che seguirà un’apposita procedura di registrazione.

Per poter ottenere il bonus di 500€ i requisiti richiesti sono naturalmente auto dichiarati, ci saranno tuttavia controlli ogni mese da parte dell’azienda Infratel.

nuclei familiari e le imprese privi dei requisiti richiesti, non potranno usufruire del bonus ed rischieranno di incorrere in eventuali sanzioni.

 

CONDIVIDI: FACEBOOK | TWITTER |